Fisterra…La fine del Cammino di Santiago.


Arrivando a Fisterra, si conclude il mio Cammino di Santiago, ho percorso a piedi 395 km. visitato luoghi meravigliosi, sempre a stretto contatto con la natura, per poi arrivare qui a Fisterra, gli antichi romani pensavano che questo fosse il punto più occidentale della terra, e quindi, che il mondo finisse qui. 

Era il “finis terrae” fine della terra. Per quale ragione qualcuno vorrebbe giungere alla fine del mondo?

Forse perché Cabo Fisterra nasconde il vero segreto della Costa da Morte: paesaggi selvatici e spiagge impressionanti, le une dalle acque tranquille, perché al riparo dal Cabo, e le altre con forti mareggiate come il Mar de Fóra, una delle spiagge più selvagge della Galizia, il tramonto sull’immensità dell’oceano, il mare della fine del mondo. Dopo aver camminato per circa due km. arrivo al fatidico km. 0 e al suo potente faro, Cabo Fisterra, dove altri pellegrini del Cammino di Santiago, che come me non considerano terminato il viaggio se non quando arrivano qui. 

Si tratta deI faro situato più ad ovest dell’Europa,con una torre ottagonale, la casa del guardiano del faro e una Piazza che rende omaggio al generale San Martín, chiamata, piazza della Repubblica Argentina. 

Si dice che durante le giornate limpide si riesce a vedere la frontiera con il Portogallo.

È conosciuto da tutti i naviganti del mondo, per la sua importanza in quanto mezzo di segnalazione della di una costa estremamente pericolosa (la sua luce raggiunge i 65 km di lunghezza), oltre che per la fama che hanno le acque insidiose di questa zona marittima.

La tradizione tramandata nei secoli dagli antichi pellegrini medievali vuole che dopo aver raggiunto la città di Santiago ed aver pregato sulla tomba del santo apostolo di Gesù, dopo essersi purificati con il bagno nelle gelide acque dell’Oceano Atlantico e dopo aver aver bruciato i vestiti indossati durante il cammino oparti di essi si assista al tramonto nel punto più estremo della costa europea, Fisterra. 

Quando si va verso un obiettivo, è molto importante prestare attenzione al Cammino. È il Cammino che ci insegna sempre la maniera migliore di arrivare, e ci arricchisce mentre lo percorriamo.

(Paulo Coelho, Il cammino di Santiago)

❤️
​​​

​ 

Pubblicato da

Cinzia Stucchi

che dire...sono una persona semplice e sensibile amo la vita ...adoro gli animali vivo con due cani, un bulldog inglese Zoe e un bulldog francese Bianca. Sono molto creativa, ho insegnato l'arte della decorazione in vari comuni e negozi, con grandi soddisfazioni, mi piace cucinare...sperimentare... disegno ...dipingo ...creo lampade oggettistica e vetrate con la tecnica tifany ...non ultima la fotografia...adoro creare oggetti decorativi da regalare e da inserire nella mia casa ...in poche parole di me direi...ho la mente aperta...Girando sempre su se stessi, vedendo e facendo sempre le stesse cose, si perde l’abitudine e la possibilità di esercitare la propria intelligenza. Lentamente tutto si chiude, si indurisce e si atrofizza 😜 ...questa sono io

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...