Domani si sprecheranno fiori e tante altre cavolate, per quella che viene definita la festa della donna…non ho mai capito questa giornata che festeggia le donne… non ho mai capito tutte quelle donne che la sera escono e si rendono ridicole…e non ho mai capito quegli uomini che regalano fiori e poi picchiano, recludono e a volte…troppo spesso abusano e uccidono…

La donna va rispettata e festeggiata 365 giorni all’anno…

Leggetelo oggi… domani sarebbe scontato!

“Dedicato alle donne che ogni mattina spengono la sveglia e si alzano smadonnando, alle donne che alla cassa imbustano la spesa da sole e a quelle che da sole si montano un mobile ikea, a chi comprerà un’altra carpisa sognando una miu miu e aspetterà i saldi per fare shopping all’Oviesse.

Alle donne che hanno lasciato la propria casa e sono andate via inseguendo un’idea di indipendenza ed evoluzione e a quelle che hanno avuto il coraggio di restare e di prendersi cura di chi amano.

Alle donne che alla sera, dopo il lavoro, cucinano per i propri compagni e per i propri figli. E anche a quelle che trovano la forza di cucinare solo per se stesse.

Dedicato alle donne che se si rompe la lavatrice so cazzi loro e basta.

Alle donne che si fanno gli orecchini da sole, mi dedico a quelle che sanno rullare da sole, mi dedico a quelle che ascoltano musica rock, a quelle che hanno i capelli crespi e il coraggio di tagliarli corti e di essere brutte.

Dedicato alle donne che non sono mai state in Kenya e che sognano ancora di andare a Parigi, a quelle che sanno stirare una camicia e sentire gli altri con l’udito e con la pelle, a chi ha una vita in salita, a chi deve dimostrare ogni giorno il suo ruolo, a chi non può permettersi di essere debole, a quelle che convivono con i propri dispiaceri ma che son capaci di sorridere.

Dedicato a quelle che sanno amare e che sanno amarsi. A quelle che non hanno paura di scoprirsi. A quelle che sanno assecondarsi e cazziarsi, a quelle che stanno caparbiamente cercando di scoprirlo, a quelle che camminano spedite, senza lamentarsi.

Alle donne che sanno trattenere le lacrime e a quelle che, certe volte, muoiono di paura e basta.

A tutte quelle che c’hanno più palle di un uomo, ma sono abbastanza brave da non farglielo capire.

A quelle donne che trovando l’equilibrio tra la realtà che vivono e quella che sognavano di vivere, che è un po’ come trovare l’equilibrio giusto tra nutrimento e gusto.

Dedicato a quelle che ogni mese hanno voglia di mollare e invece continuano.

Lo dedico a tutte quelle Donne stronze, che da qualche parte sognano ancora.

Qualcosa di diverso.

Talvolta, senza sapere cosa.”

Fotografie scattate in n’djamena in una mia trasferta di lavoro ❤️, con la persona che amo…sempre per sempre

Annunci

Pubblicato da

Cinzia Stucchi

che dire...sono una persona semplice e sensibile amo la vita ...adoro gli animali vivo con due cani, un bulldog inglese Zoe e un bulldog francese Bianca. Sono molto creativa, ho insegnato l'arte della decorazione in vari comuni e negozi, con grandi soddisfazioni, mi piace cucinare...sperimentare... disegno ...dipingo ...creo lampade oggettistica e vetrate con la tecnica tifany ...non ultima la fotografia...adoro creare oggetti decorativi da regalare e da inserire nella mia casa ...in poche parole di me direi...ho la mente aperta...Girando sempre su se stessi, vedendo e facendo sempre le stesse cose, si perde l’abitudine e la possibilità di esercitare la propria intelligenza. Lentamente tutto si chiude, si indurisce e si atrofizza 😜 ...questa sono io

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...