Fotografia Viaggi...

Venezia…

Sono stata 5 giorni a Murano per un corso di perle a lume.

E dopo il corso ho fatto la turista a Venezia.

Il fascino di Venezia è proprio la sua conformazione …un isola che galleggia sull’acqua, in realtà la città fu costruita su oltre 100 singole isole.

Per consolidare le fondamenta, si piantarono dei pali di legno, lunghi 25 metri, nel terreno instabile della laguna. Circondato da fango salino, e alghe il legno si pietrificò, formando le perfette fondamenta per la costruzione della città. I numerosi canali servirono sia come vie di trasporto sia come canali di scarico.

Le quotidiane maree ripulirono i canali dalle acque di scarico.

Nonostante tutto, Venezia combatte fino ad ora con il terreno fangoso, le case non solo sono esposte a dei continui movimenti…purtroppo anche le fondamenta affondano sempre di più.

Questo lo si vede dai suoi campanili, la maggior parte segue l’andamento dell’isola e sono leggermente pendenti…In passato si riuscì a contenere la gravità del problema, mettendo più strati di suolo o pavimenti di mosaici, oggi però il problema si ripropone nuovamente….le case con il cambio delle maree spesso si riempiono d’acqua, ed anche se si cerca di bloccare il suo flusso all’interno, l’acqua molto spesso spinge attraverso i pavimenti cercando una sua fuoriuscita.

Sin dalla sua fondazione, la città di Venezia affonda sempre più nel terreno fangoso della laguna. Gli abitanti cercarono di scansare questo problema, mettendo più strati di pavimento uno sopra l´altro. Alcune case hanno addirittura fino a sei strati di pavimento.

Come sempre l’uomo crea e l’uomo distrugge 😰 …Negli ultimi 30 anni Venezia si è abbassata più di quanto non abbia fatto nei due secoli precedenti. I motivi sono complessi, però hanno tutti un fattori in comune: già proprio l´uomo…

Prima era l´industria a Mestre e Marghera che tirò via l´acqua freatica dalla laguna, causando un veloce abbassamento della città.

Fenomeno che poté essere fermato solo negli anni ´70 del XX secolo. Da quel momento in poi sono i rifiuti di cloro e azoto così come le acque di scarico delle grandi città nei dintorni che corrodono i pali di legno pietrificati, disintegrandoli. Inoltre, a causa del riscaldamento globale Venezia è spesso esposta alle alluvioni.

Proprio questa mattina prima d la mia partenza, anche a Murano in previsione del cambio delle maree, hanno predisposto una serie di passerelle rialzate per far modo ai pedoni di non bagnarsi …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...