Body Flying

Oggi ho fatto la mia prima lezione di Body Flying , ne sono felicissima è bellissimo, era un po’ che volevo provare è dato che le cose non succedono mai per caso….ecco che è arrivato il momento di iscrivermi in palestra e con mia sorpresa il corso lo fanno nella palestra dove mi sono iscritta…Body Flying nasce dall’idea di poter mettere insieme diverse tipologie di allenamento come il Pilates, lo Yoga, la ginnastica artistica, stretching ed altre discipline col vantaggio di poter muovere il corpo a 360 gradi utilizzando questo strumento innovativo che permette di sostenere il movimento ma senza limitare la libertà, cosa che non avviene durante i classici allenamenti a corpo libero. Body Flying è composto da una speciale amaca costituita da 3 impugnature per lato che con apposite funi viene ancorata al soffitto. La metodologia di allenamento di BodyFlying, brevettata, è stata ideata da Antonella Faleschini, ginnasta agonista, nuoto sincronizzato, danza, Pilates e esperta delle tecniche Yoga e di rilassamento…l’insegnante del corso Cristina Benigni è bravissima …insomma provate per credere  ☺️

Passeggiando lungo il fiume Adda

Passeggiare sull’Alzaia del fiume è stupendo…un incontro con la natura che può solo regalare emozioni e relax…

L’alzaia che costeggia il fiume Adda all’interno del territorio del Parco Adda Nord, che si estende da Lecco a Truccazzano (cartina sintetica del territorio), è tutta percorribile a piedi e in bicicletta.
Passeggiando o pedalando lungo il fiume, o i navigli che lo costeggiano in alcuni tratti, si può assaporare la tranquillità della natura, scoprire la flora del Parco, composta prevalentemente da salici arbustivi e bianchi, ontani neri, castagni, roveri, carpini o imbattersi in animali caratteristici dell’ambiente fluviale, come la folaga, il cigno, la gallinella d’acqua o il martin pascatore….per ora non vi dico altro…un consiglio se volete passare una giornata rilassante provate 😊 Arrivate a Trezzo sull’Adda parcheggiate l’auto e lasciatevi trasportare dalle vostre gambe

L’Africa…..

L’Africa ha il potere di travolgerti nel bene e nel male, con i suoi colori, i suoi odori ma soprattutto con i suoi abitanti e non ultimo con il grande dolore che li accompagna quotidianamente…un popolo con una grande dignità, pervaso dal potere di pochi che pensano ad arricchirsi senza ritegno e a privare gli abitanti di quel minimo necessario per sopravvivere…una terra ricca di ogni bene …acqua, petrolio, uranio,pietre preziose…insomma l’Africa potrebbe esse il paese più ricco, mentre l’Occidente con la complicità dei loro politici le sta sottraendo tutto…
Ancor oggi molti abitanti vivono senza acqua, senza elettricità e cosa peggiore senza il cibo necessario per sopravvivere…
In questa lunga trasferta ho visto tanto dolore …
tanta povertà…
tanti sorrisi…
tanti bambini costretti a vivere con le
loro mamme sul bordo della strada legati alla loro schiena oppure seduti ore e ore sotto un caldo sole che a volte supera i 50 gradi..
non potete nemmeno immaginare il dolore che si prova quando consegni a una di queste mamme un pacchettino con un po di cibo…
quando consegni una caramella ad un bambino e questo non capisce cosa deve farne e se la vuole mangiare con la carta, solo perché non sa cosa sia
ancora peggio quando vedi sin dalle prime ore della mattina sul lato della strada tante donne con i loro bambini seduti a rompere sassi per poi venderli per comprarsi un pezzo di pane…
quelle povere ragazze dagli occhi tristi che si concedono a uomini occidentali che si vogliono solo divertire mentre la loro speranza è quella di una vita migliore…
quel ragazzo che ha lavorato con te nei giorni di permanenza sempre sorridente, nascondendo dentro il suo dolore, che ti viene a salutare portandoti un dono inaspettato un profumo è un sacchettino di datteri, che trattiene con fatica il magone perché ti è riconoscente per il poco che le hai dato…ti senti morire dentro per l’impotenza nel non poter fare nulla, se non continuare per i pochi giorni di permanenza a consegnare quei pacchettini che possono sfamare quelle due tre mamme e i loro bambini…questa è l’Africa …ci lasci il cuore e spero di ritornare.

Rimedi della nonna contro l’influenza

image

Arriva il freddo, e con lui arrivano i classici malesseri raffreddore, mal di gola e potrebbe arrivare la febbre 😔… Ma ve li ricordate i rimedi delle nostre nonne…tutti provenienti dalla natura che ci mette a disposizione quanto necessario, eccone alcuni:
Una semplice ricetta per combattere l’influenza e accelerare il processo di guarigione si ottiene con un decotto di sambuco.

Gli ingredienti sono:
50 g di fiori di sambuco;
500 g di acqua;
la scorza di mezzo limone.

Si prepara facendo bollire i fiori e la scorza di limone nell’acqua per 5 minuti, si filtra e si dolcifica con miele. Ne vanno bevuti due bicchieri al giorno, lontano dai pasti. Il miele più indicato è quello di eucalipto o di timo, che può essere utile come rimedio per il mal di gola, mi raccomando non usate il miele industriale…contiene zucchero, sicuramente vicino a voi ci saranno apicultori che producono il vero miele naturale 😊